Restare fermi è contro la nostra natura ed ecco quindi le nostre proposte per l’inverno! Un poker d’assi (più un jolly) per scoprire cinque ambienti completamente diversi tra loro della nostra bellissima regione, cinque luoghi geografici che ci riportano ad altrettanti luoghi dell’anima, del nostro sentire, del nostro vivere.

QUESTO TREKKING: 01 MARZO 2020

L’APPENNINO D’INVERNO: LA SOLITUDINE

Il nostro Appennino mostra in inverno tutto il suo rigore ed il suo spetto più solitario. Come ebbe a scrivere Lilormada Yerev-Herew, (“Viaggio in Italia”, 1848): “Per il viandante che si trovi a percorrere i sentieri dell’Appennino che divide la Toscana dalle Terre di Romagna il susseguirsi di sensazioni e di moti dell’animo son dei più profondi. Il senso d’infinita solitudine colpisce sopratutto d’estate, quando, all’infuor del mesto fischio della poiana, ogni cosa è tacitata ed immersa nella densa calura estiva… Ma il senso di stupore più grande ce lo dona l’inverno, quando ogni cosa è bianca, ovattata e cristallina e gli unici artifizi per attraversare i folti boschi dalla profonda neve son, fissate alle punte delle scarpe, quelle buffe tavole di legno strette e lunghe che si dice essere state inventate nella scandinava Telemarchia. “

Bene, a questo giro ci tocca l’inverno, e speriamo con la neve: dalla Colla dei tre Faggi ci inoltreremo nella solinga valle del Rabbi,  dove per ampi pascoli giungeremo al rifugio di casa Sassello. Da li risaliremo al Giogo di Castagno, dove si gode un panorama mozzafiato per poi rientrare ai nostri mezzi attraverso i fitti boschi di crinale.

DETTAGLI

Tipo di attività: trekking
Difficoltà: facile
Lunghezza: 12.5 km
Impegno fisico: da medio (senza neve) a medio/impegnativo (con ciaspole sulla neve)
Dislivello: 960 m
Percorso (lineare od anello): anello
Bambini: non ammessi sotto i 12 anni.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Acquista la tua esperienza di trekking. Sarai in grado di aggiungere altre persone direttamente da paypal. Per questa esperienza potrebbero essere necessarie le ciaspole (racchette da neve): ve lo faremo sapere a tempo debito. Il costo di noleggio delle racchette (per chi non ha le proprie)  è di 10 €.


Trekking Appennino d’Inverno



Per pagare con Bonifico Bancario i dati sono i seguenti: IT54Y0873602802000000202101 intestato ad Aquaterra ASD presso la BCC di Pontassieve. Come causale mettere “Quota trekking Tre Faggi”.

COSA SAPERE

COSA PORTARE (tutta attrezzatura OBBLIGATORIA)
– Zaino da 20/25 litri
– Scarponcini da trekking
– Acqua, almeno 1,5 litri
– Giacca a vento ed antipioggia
– Cappello caldo
– Guanti
– Un indumento caldo (es. pile)
– Torcia
– Ricambio completo da lasciare in macchina
– Racchette da neve: (vi faremo sapere noi a tempo debito se ce ne è effettivo bisogno)
– Bastoncini da trekking

COSA COMPRENDE LA QUOTA
Organizzazione e logistica, accompagnamento da parte di Guida Escursionistica Ambientale abilitata ai sensi della L.R. 86/2016 e succ. mod.

COSA NON E’ COMPRESO NELLA QUOTA
Il pranzo al sacco, il trasferimento, il noleggio delle racchette da neve.

QUANDO E DOVE
Ore 09:00 qui: https://goo.gl/maps/hemYdGj63AGAwcr19
Se per il viaggio vi volete aggregare ad altre persone contattateci privatamente ad info@t-rafting.com

EXTRA

  • Il GIOVEDì sera precedente ad ogni uscita ci incontreremo (solo per chi ne ha voglia, ce lo dovete comunicare a info@t-rafting.com) per parlare dell’escursione, organizzare insieme la logistica, tracciare il percorso e trasferirlo sul GPS. Insomma, vi vogliamo anche protagonisti ed artefici di quello che andremo a fare insieme.
  • Durante ogni uscita ci sarà un momento durante il quale ascolteremo alcuni brani musicali in tema con il luogo dell’anima dell’escursione: un brano lo scegliamo noi, agli altri ci dovete pensare voi!
  • E chi partecipa almeno ad un trittico di escursioni vince un buono di 25 € per un’esperienza acquatica con noi a scelta tra rafting, kayak, SUP e swimtrekking!